L'acqua

Compiere il “gesto dell’acqua”: 

• Gli hospitalièr, sono donne e uomini che accolgono i pellegrini alle piscine per aiutarli spiritualmente a compiere il “Gesto dell’acqua” che si può fare da soli, in gruppo, in coppia, in famiglia, con gli amici… in Chiesa.

• Potete fare anche l’esperienza personale di bere e lavarvi il viso con l’acqua della Sorgente che sgorga dalle diciotto Fontane collocate accanto alla Grotta. Il numero diciotto ci ricorda il numero delle apparizioni.

Riempire i contenitori con l’acqua della Sorgente

• I rubinetti posti accanto ai portici hanno un flusso sufficiente per riempire i contenitori che potrete portare a casa per voi o per i vostri cari.

Cliccare: Acqua di Lourdes

Il 25 febbraio 1858, durante la nona apparizione, tutto cambiò quando Bernadette udì l’invito: “Vada a bere e a lavarsi alla fontana…” Da quel giorno milioni di pellegrini e visitatori vengono a Lourdes per bere e lavarsi in quest’acqua che non ha proprietà specifiche o terapeutiche. La stessa Bernadette Soubirous disse: “Noi prendiamo l’acqua come medicina… Dobbiamo avere fede, dobbiamo pregare: quest’acqua non avrebbe virtù senza fede!” La popolarità dell’acqua di Lourdes nasce dai miracoli, ma non è acqua santa: l’acqua della fonte può essere benedetta solo dall’azione di un sacerdote.

Molti pellegrini sono desiderosi di portarne un po’ a casa, per sé o per i propri cari. L’acqua di Lourdes è gratuita e l’accesso alle fontane del Santuario è libero. Non può essere venduta.

Per ricevere l’acqua, il Santuario di Lourdes vi invita a contattare l’organizzazione di pellegrinaggi più vicina a voi.

APERTO
Dalle h.10:00 – h.11:30 alle h.14:00 – h.15:30
Eccetto la domenica mattina
Accesso libero

Partecipare alle celebrazioni

+33 (0)5 62 42 2008
(Numero senza costi maggiorati)

Accessibilità: SI

Il Santuario di Lourdes rende accessibile l’acqua a tutti coloro che la desiderano. L’acqua è completamente gratuita e non può essere venduta.
Per poter ricevere l’acqua a casa, il Santuario di Lourdes vi invita ad rivolgervi all’organizzazione di pellegrinaggi più vicina a voi.